Appartamenti di lusso: come sono queste speciali dimore e dove si trovano

Un mercato di nicchia quello degli appartamenti di lusso a lungo termine che, tuttavia, proprio per il suo elevato valore commerciale, non conosce crisi e ci apre le porte di abitazioni che sono un mix tra interior d’autore, design e galleria d’arte. Ma è un concetto di lusso molto in linea con i tempi.

A cura di:

Appartamenti di lusso: un mercato in crescita

“La bellezza è l’unica cosa contro cui la forza del tempo sia vana”, diceva Oscar Wilde. È forse per questa ragione che si sceglie di vivere in appartamenti di lusso del valore di oltre 10 mila euro al mese (ma alcuni arrivano anche a quadruplicare questa cifra). In effetti alcuni di questi sono vere e proprie gallerie d’arte.

Appartamenti di lusso: un mercato in crescita

Definirla una tendenza non sarebbe esatto, perché sono davvero in pochi a potersi permettere questo tenore, tuttavia, il mercato degli appartamenti di lusso in affitto ha acquisito negli ultimi decenni una sua consistenza, a livello globale e anche in Italia e, dopo il calo dovuto alla pandemia, dalla seconda metà del 2021 questa fetta di mercato è ripartita a gonfie vele, sia nella sua componente nazionale (spostamenti all’interno del territorio italiano per ragioni di studio-lavoro) sia nella componente straniera (studio-lavoro-residenza fiscale).

Proprio per la scarsa presenza sul mercato di oggetti così prestigiosi, le quotazioni sono in costante aumento e le tempistiche sempre più brevi nel trovare nuovi inquilini, come conferma Alessandro Lovato, Property Manager di Roseto, gruppo attivo su Milano dal 2009 e altri affermati player del settore come Engel & Völkers: “Il mercato delle locazioni residenziali di pregio a Milano nel primo semestre 2023 è stato caratterizzato da una domanda in costante aumento, contrapposta a un’offerta in diminuzione che ha comportato una leggera contrazione dei nuovi contratti registrati, rispetto al semestre precedente. La disponibilità delle abitazioni in affitto è scesa di circa un terzo, in confronto al 2022, questo perché alcuni proprietari preferiscono orientarsi verso locazioni short rent”.

L’avvento di questa nicchia di mercato è dovuta anche ai cambiamenti che ci sono stati negli ultimi decenni nella società e alla spiccata mobilità che contraddistingue oggi gran parte dei settori economici, commerciali e lavorativi in genere. Anche in un paese di risparmiatori come il nostro c’è una fetta sempre più ampia di popolazione che per diverse ragioni predilige l’affitto all’acquisto.

Firenze Centro storico (LuxuryEstate)
Appartamento di 160 mq nel centro di Firenze, una prestigiosa vetrina di stile (Foto: LuxuryEstate)

Come sono gli immobili e dove si trovano

Tipologia e dimensioni

Tagli grandi, con ambienti dalle ampie metrature: la richiesta è principalmente sui trilocali ma con con terrazzi e, se possibile, piani alti, al top gli attici. Ampie zone giorno e spazi dedicati a studio (può essere una camera in più). Esigenze e tendenze consolidatesi nel post-pandemia che denotano un nuovo modo di abitare e di conseguenza progettare la casa.

Contesto

Altrettanto valutato è il contesto, gli immobili di prestigio in locazione per raggiungere un’alta qualità devono essere garantiti ai massimi livelli in sicurezza, con dispositivi tecnologici ma anche portineria h24 e relativa sorveglianza. E a seguire una serie di servizi a contorno, che presuppongono una rete solida di operatori (servizi di pulizia, risoluzione dei problemi in loco, servizio di ricezione e invio pacchi, palestre e personal trainer).

Come sono gli immobili e dove si trovano
Penthouse Michelangelo fa parte della nuova residenza HabitariaGaribaldi95, in zona Moscova e ha una superficie di circa 470 mq. Milano Zona Moscova (Photo: Roseto Prestige)

Geografia degli immobili di lusso in locazione

La maggior parte degli immobili di lusso in locazione in Italia si trova nei grandi centri città, Milano, Roma, vicino ai centri nevralgici delle attività commerciali, politiche e diplomatiche del Paese, dove generalmente risiedono gli utenti per periodi più o meno lunghi. Quindi le più belle residenze in locazione si trovano generalmente nei centri storici e nei quartieri prestigiosi delle città: per Milano, per esempio Quadrilatero, Brera, Magenta, Garibaldi. Tra le zone in crescita anche gli appartamenti circondati dal verde delle zone di Buonarroti e Wagner, alcune aree della zona Ovest; per Roma, zona Nord (Vigna Clara, Farnesina) ma anche qualche area dell’Eur, oltre naturalmente al centro storico.

Progettazione degli interni

Alcune agenzie hanno dipartimenti interni che si occupano della progettazione degli interni, grazie alla consulenza di architetti e interior designer e provvedono direttamente alla ricerca degli arredi e dei complementi necessari. Talvolta, invece, i locatari vengono attratti proprio dal progetto d’interni, si tratta di immobili realizzati ad hoc dai proprietari, con materiali e finiture di grandissimo pregio (che motivano gli alti costi di locazione) che li rendono molto simili a gallerie d’arte.

In generale si rivela utile la presenza di grandi armadiature e locali per l’organizzazione degli oggetti, anche in ambienti così prestigiosi e con progetti d’interni d’autore è importante ottimizzare gli spazi al meglio, per avere il giusto equilibrio tra estetica e funzionalità.

Come sono gli immobili e dove si trovano
Penthouse Michelangelo fa parte della nuova residenza HabitariaGaribaldi95, in zona Moscova e ha una superficie di circa 470 mq. Milano Zona Moscova (Photo: Roseto Prestige)

Come sono gli interni delle abitazioni di lusso in affitto

“Gli appartamenti presenti nella nostra collezione sono dai 100 mq in su, con spazi ben distribuiti e funzionali. Gli ospiti apprezzano gli ambienti luminosi ed ariosi, con un living bi/tri esposto, con bow-window o affaccio direttamente sul terrazzo”, spiega Sara Lini, co-founder di Nativo. “Ma per essere considerato di lusso, un immobile deve essere coerente, uno spazio in cui materiali e pezzi scelti si incontrino per creare un mix unico, espressione dell’identità del luogo e del contesto. Fondamentale è anche l’attenzione alle finiture: particolarmente apprezzati dagli ospiti sono i rivestimenti pregiati nei bagni, soprattutto i marmi in tutte le declinazioni, i parquet pregiati, la tipologia a olio posata a spina di pesce, oltre a porte e pannelli per la suddivisione degli ambienti interni, le placche e gli interruttori di design. Sono i piccoli dettagli che fanno la differenza”.

E poi ci sono le opere d’arte alle pareti, la collezione di coffee table books, le luci di design oltre alle sedute e agli oggetti di styling utilizzati a scopo decorativo. Nativo riceve in media 80 richieste di affitto al mese.

Filoni tematici – Evocazione del benessere

Anche il concetto di lusso è cambiato negli ultimi decenni, lo si è visto anche di recente al Salone del Mobile di Milano dove si è affermata un’idea olistica di raffinatezza che è stata etichettata come “quiet luxury”. I progettisti non valorizzano tanto un oggetto o una singola collezione ma mirano a creare un’atmosfera, uno stile di vita che richiami i momenti di relax e benessere, come quelli che vengono vissuti nei soggiorni in relais e resort a cinque stelle. Tanto per non dimenticarci mai che il vero lusso sono quei momenti che dedichiamo a noi stessi e all’ascolto della nostra interiorità.

Glamour è sinonimo di natura in questo filone tematico. Finiture e texture ricche e calde, morbide e preziose che appartengono a una raffinatezza cozy, mai ostentata. Il lusso è sentirci “ospiti a casa nostra” nel senso di coccolati e accuditi.

Filoni tematici – Interni come opere d’arte: ecco la nuova idea del lusso

L’intreccio tra memoria ed evocazione è un altro grande filone del nuovo concetto di lusso e dello stile che caratterizza gli interni più prestigiosi delle dimore in locazione. Anche qui si desidera evocare qualcosa, perché il lusso non è un concetto piatto meramente legato al proprio valore commerciale, ma parla i nostri sensi e sollecita le nostre emozioni. Si fa quindi ricorso alla cultura, molti degli interni più belli sono resi unici dalla presenza di elementi di design, artigianato artistico e opere d’arte, spesso sono gli stessi proprietari ad averli “costruiti” così, meticolosamente negli anni, nell’ambito di un progetto preciso dove niente è lasciato al caso.

I brand scelti sono quelli che si rifanno al concetto di “haute culture” e mostrano un’estetica attenta ai materiali e al dettaglio. Il valore dell’heritage è il fil rouge che definisce il luxury moderno.

Come sono gli interni delle abitazioni di lusso in affitto
The Rationalist. Appartamento di 240 mq a Milano, in Via Tiziano, 3 camere e 3 bagni. Il pavimento a mosaico originale e altri elementi presenti in casa sono stati progettati dal maestro dell’architettura Caccia Dominioni. (Photo: Nativo)

Chi sono gli utenti

La tipologia di utente si colloca nella fascia molto alta in riferimento al reddito, CEO, top manager delle grandi aziende di moda, dirigenti, liberi professionisti con rendite milionarie.

C’è stato negli ultimi anni una grande affluenza dalla Gran Bretagna, in conseguenza della Brexit, come spiegano Sara Lini e Adriano Frigoli fondatori di Nativo, brand milanese nato nel 2020. Un’altra categoria in forte crescita è quella di coloro che si trasferiscono in Italia per usufruire della flat tax, dagli Stati Uniti dal Sudamerica, altri paesi europei, mediorientali, Turchia ed Est Europa; e tante famiglie che si trasferiscono per motivi di lavoro, manager soprattutto. Il pubblico è davvero eterogeneo. Gli italiani scelgono questa formula in via transitoria, cioè se devono ristrutturare casa, per esempio.

Nella maggior parte dei casi chi predilige questa formula all’acquisto sono famiglie e persone con necessità transitorie, per esempio l’Executive che viene mandato a Milano per un periodo di un anno, oppure in via definitiva e quindi si opta per prendere inizialmente un immobile in affitto, pronto chiavi in mano, sfruttarlo per un anno, conoscere la città e poi con calma trovare una situazione ideale per l’acquisto. Il target è dal semestre all’anno.

Range di costi

Il canone di locazione si attesta in un range molto alto ma anche molto ampio: si spazia dai 5 – 10 mila euro al mese a oltre 30 mila euro mensili.

10 consigli per trasformare la propria abitazione in uno spazio di lusso by Nativo
The Gallerist. A Milano, in piazza Cadorna, questo appartamento di 151 mq, con 2 camere e 3 bagni, mette insieme pezzi iconici del design con opere di LaChapelle e Warhol (Photo: Nativo)

10 consigli per trasformare la propria abitazione in uno spazio di lusso by Nativo

  1. Rivestire pareti o armadi con carte da parati preziose: tessuti pregiati come seta, lana e pelle. Un esempio sono le carte da parati Giardini Wallcoverings in tessuto pregiato che caratterizzano tutti gli ambienti di The Dandy oppure il rivestimento in seta degli armadi in The Elusive.
  2. Mettere in evidenza le opere d’arte mixando pezzi iconici di design con opere d’arte e facendo molta attenzione alle luci affinché anche una parete possa trasformarsi in un’evocativa galleria d’arte privata, come nel living di The Gallerist, con opere d’arte originali di Andy Warhol e un tavolino con ruote Gae Aulenti.
  3. Giocare con colori e texture delle pareti, creando un effetto scatola, per esempio, oppure combinando colori stravaganti o diverse tonalità pastello. Un esempio è l’interior The Flaneur.
  4. Utilizzare rivestimenti preziosi in bagno, come in The Elusive.
  5. Utilizzare gli specchi per dare profondità agli ambienti, come le nicchie in muratura realizzate nel salotto in The Alluring, che comprendono anche cassetti su misura.
  6. Valorizzare i particolari d’epoca originali come il pavimento in mosaico originale di Samoini e Caccia Dominioni presente in The Rationalist.
  7. Utilizzare tende in tessuto pregiato a “effetto teatro” per le finestre, amplificano l’atezza degli ambienti, come in The Brutalist.
  8. Rivestire con tessuti pregiati sedute second hand o ereditate: dare una seconda vita alle sedute è facile oltre che sostenibile, occorre solo sbizzarrirsi con la scelta del tessuto per creare risultati inaspettati e unici. Un esempio è rappresentato dal divano B&B e le sedie vintage rivestite da Berto di The Flemish, oppure le poltrone vintage Lady Zanuso rivestite in The Classic.
  9. Utilizzo della boiserie come quella in legno di Arco Mobili che ricopre interamente la zona living e la zona notte in The Elusive.
  10. Il tappeto è un’opera d’arte, è il caso dell’interior The Epicurean con il tappeto Sahrai.
10 consigli per trasformare la propria abitazione in uno spazio di lusso by Nativo
The Elusive. A Milano, in via Maestri Campionesi, questo appartamento è composto da 1 camera da letto e 3 bagni, in totale 130 mq. I suoi punti di forza sono i materiali pregiati come la seta, il marmo, la boiserie in legno euro (Photo: Nativo)

Alcuni esempi di immobili di lusso in Italia

Roma Centro Storico (Engel & Völkers)

Questo prestigioso attico panoramico nel centro storico della Capitale (vicino a via del Governo Vecchio), in classe G 175 I.P.E kWh/m2, 290 mq circa, con quattro camere da letto è un sogno romano. Si trova al quinto piano e presenta un balcone perimetrale che offre l’affaccio mozzafiato sul centro storico della città (San Pietro, Pantheon, Quirinale).
La proprietà è stata ristrutturata, con marmi, parquet, doppi vetri, impianto di climatizzazione e finiture di pregio. Canone mensile spese escluse 14 mila euro.

Roma Centro Storico (Engel & Völkers)
Prestigioso attico panoramico nel centro storico della Capitale (vicino a via del Governo Vecchio). Roma Centro Storico (Photo: Engel & Völkers)

Milano Zona Navigli (Nativo)

Un loft in stile neo-brutalista di circa 130 mq, con due camere da letto e due bagni in via Pestalozzi (canone mensile a partire da 5.000 euro). All’interno si mischiano materiali di pregio e pezzi unici d’arte e di design, come ad esempio il tavolo nero Tulip di Erno Saariner, la sedia nera prototipo di Philippe Starck per il Café Cotes di Parigi, e la poltrona Le Corbusier per Cassina – lc2, tutti collocati nella zona living. Di grande interesse anche la libreria, pezzo unico dell’ebanista Giuseppe Amato, e la fotografia incorniciata all’ingresso “Bangkok” di Francesco Jodice, uno degli autori emergenti più apprezzati nel panorama della fotografia.

Nativo offre gli immobili chiavi in mano, compresi di corredi di biancheria, servizio di pulizia e servizi aggiuntivi, come quelli di un hotellerie; si tratta di mix tra una casa e un hotel. Le case del brand nato nel 2020 sono case dove i proprietari hanno vissuto per un periodo e quindi hanno progettato gli interni e poi hanno deciso di affittare per trasferimento. Quando gli immobili devono essere riadattati Nativo collabora con lo studio di design partner Reveria per il restyling degli ambienti o la ristrutturazione.

Milano Zona Navigli (Nativo)
Loft in stile neo-brutalista di circa 130 mq, con due camere da letto e due bagni in via Pestalozzi. Milano Zona Navigli (Photo: Nativo)

Milano Zona Moscova (Roseto Prestige)

La Penthouse Michelangelo fa parte della nuova residenza HabitariaGaribaldi95, in zona Moscova e ha una superficie di circa 470 mq. Si distingue per l’ampia zona living con grandi vetrate che si affacciano sul chiostro interno. La zona notte presenta quattro camere matrimoniali tra cui la master bedroom con cabina armadio e bagno en suite con doppia doccia e vasca free-stand. Un ampio terrazzo conduce alla piscina privata riscaldata. La sicurezza è garantita da un impianto di videosorveglianza che controlla tutto il comprensorio, coordinato insieme all’impianto di video citofonia e verifica accessi, da una Control Room centrale.

Tutti gli ambienti presentano impianto domotico con tecnologia Connex e touchscreen 10 pollici. Nel complesso è presente una Fitness Area con accesso esclusivo per i condomini. Canone mensile 30 mila euro. Il prezzo della locazione è da considerarsi IVA esclusa (10%).

Milano Zona Moscova (Roseto Prestige)
Penthouse Michelangelo fa parte della nuova residenza HabitariaGaribaldi95, in zona Moscova e ha una superficie di circa 470 mq. Milano Zona Moscova (Photo: Roseto Prestige)

Firenze Centro storico (LuxuryEstate)

Con uno scenografico affaccio sul Duomo, questo appartamento di 160 mq nel centro di Firenze, rappresenta una prestigiosa vetrina di stile. Una contaminazione di ambienti classici, seppur minimali, pezzi di design e delicati spazi funzionali ricavati tra la zona living e la grande terrazza.
Canone mensile 3.500 euro. La zona notte è composta da due camere matrimoniali due bagni e una terza camera nella mansarda. Si trova a pochi passi dai maggiori siti di interesse culturale della città: Palazzo Vecchio, Galleria degli Uffizi, Santa Croce.

Firenze Centro storico (LuxuryEstate)
Appartamento di 160 mq nel centro di Firenze, una prestigiosa vetrina di stile (Foto: LuxuryEstate)

 

Foto in apertura: The Flaneur. Bilocale di 90 mq situato nei pressi dell’Arco della Pace, Milano. Si presenta come lo specchio del quartiere in cui è collocato: elegante, raffinato e delicato. Ad esaltare queste qualità sono gli arredi e le pareti dalla texture delicata e dai toni pastello, che dialogano con i pezzi di design. il Sofà Michel di B&B Italia, in nuance menta bespoke è protagonista dlel’ambiente (Photo: Nativo)