Design Parade, vince un progetto sostenibile, utilizzando lino

Alla 6° edizione della Design Parade di Tolone, il premio Mobilier National va al finalista Paul Bonlarron, sostenuto dalla Confederazione Europea del Lino e della Canapa. I materiali naturali, oggetto della competizione, hanno saputo ispirare molti giovani designer arricchendo il panorama internazionale di professionisti emergenti e appassionati sui nuovi temi green e sostenibili, con un approccio anche etico alla materia.

Design Parade, vince un progetto sostenibile, utilizzando lino

Il 23 giugno scorso ha inaugurato a Tolone, il 6° festival internazionale di architettura d’interni, seguito subito dopo dalla 16° edizione del festival internazionale di design, Design Parade, in programma a Villa Noailles. Una dimora storica, conosciuta a livello internazionale, situata sulle colline della baia Hyères, affacciata sulla Costa azzurra, nel sud-est della Francia.

Un’occasione particolare che oramai da tempo ha l’obiettivo di far emergere nuove figure di professionisti e prima ancora appassionati del mestiere e della materia, offrendo loro la possibilità di esporre in questi splendidi spazi e aprirsi al mercato.

La Confederazione Europea del Lino e della Canapa è uno dei partner ufficiali della Design Parade 2022 e partecipa con il ruolo di mediatore industriale e culturale dell’evento. Quest’anno l’impegno della CELC è stato quello di sostenere i designer finalisti che hanno presentato i loro progetti nell’ambito della Design Parade di Tolone, utilizzando il lino, incoraggiando così lo sviluppo di realizzazioni creative e sostenibili e sensibilizzando i giovani talenti verso questo materiale virtuoso.

Dei 10 finalisti alla Design Parade di Tolone, 5 hanno sfruttato le risorse creative del lino e Paul Bonlarron ha vinto il premio Mobilier National con il suo progetto intitolato ‘La toilette aux coquillages’.

Il lino alla Design Parade

Il lino è un materiale con caratteristiche uniche. Grazie alla sua naturale trama, combina tutte le aspirazioni ecologiche e creative ed è fonte di ispirazione per i designer di nuova generazione. La versatilità di questa fibra vegetale e la sua capacità di coniugare nuove possibilità estetiche con più responsabili pratiche apre un ampio campo alla creatività.

"La toilette aux coquillages" di Paul Bonlarron
“La toilette aux coquillages” di Paul Bonlarron.© Luc_Bertrand

 

“La toilette aux coquillages” di Paul Bonlarron

Paul Bonlarron ha immaginato un ambiente bagno impreziosito da conchiglie, fondendo elementi della terra e del mare. La realizzazione di questo progetto con conchiglie è stato reso possibile grazie all’utilizzo di un filo di lino lungo 3 metri, scelto per la sua leggerezza e resistenza, fornito dall’azienda tessile Safilin. Ogni pezzo di questo filo sostiene il peso di circa 24 g di conchiglie. L’opera forma una tenda translucida e la lavorazione di alcune conchiglie crea un gioco di luci come di fronte ad uno specchio.

Premio Mobilier National. Questo premio offre al vincitore l’opportunità di sviluppare un progetto creativo con l’ARC (Atelier de Recherche et de Création) dell’istituzione. Il prototipo realizzato con il Mobilier National sarà esposto l’anno successivo con una mostra immaginata dal vincitore.

“Il mio approccio è costruito attraverso il forte legame tra la pratica del designer e il mio gusto per l’ornamento, per la saturazione e la vivida espressione di forme e colori. “La toilette aux coquillages” è concepita come un guscio in cui vivere, una scatola per la privacy, uno spazio adatto alla cura del corpo e della mente. Traendo ispirazione dall’arte rocaille del 17° secolo, il mio progetto sviluppa uno stile contemporaneo” Paul Bonlarron, autore e vincitore del premio Mobilier National

 

Photos Credit © Luc_Bertrand e © Paul Bonlarron