Alla scoperta delle etichette energetiche 2021: la guida ENEA con tutte le novità

Dal 1° marzo entrano in vigore le nuove etichette energetiche per gli elettrodomestici: ritorna la scala compresa tra A (massima efficienza) e G (bassa efficienza) eliminando le classi A+, A++ e A+++

nuove etichette energetiche 2021 per gli elettrodomestici

La necessità di proteggere l’ambiente pur mantenendo un adeguato livello di benessere è alla base delle scelte riguardanti le tecnologie di produzione dell’energia e le strategie per ridurne il consumo. L’uso efficiente delle risorse porta con sé due benefici: ogni persona ha la possibilità di risparmiare sulle bollette e la collettività avrà la possibilità di godere di un minore inquinamento, di una riduzione importare energia e materie prime. Ridurre i consumi è possibile attraverso comportamenti consapevoli che non riducono il comfort e il benessere. Le etichette energetiche sono uno strumento che consentono di risparmiare energia identificando gli apparecchi da acquistare con migliori prestazioni energetiche.

Introdotte nell’Unione Europea nel 1994 e in Italia nel 1998, hanno contribuito allo sviluppo innovativo dell’industria favorendo la progettazione e realizzazione di prodotti con caratteristiche tecniche e prestazioni energetiche sempre più amiche dell’ambiente. Il 1° marzo segna un nuovo passo importante per il settore degli elettrodomestici, infatti debuttano nuove etichette energetiche che hanno l’obiettivo di orientare il consumatore verso scelte più consapevoli.

Guida ENEA sulle etichette energetiche 2021

Per supportare i consumatori ENEA ha realizzato la guida gratuita “L’etichetta energetica 2021”, scaricabile online, che evidenzia le novità e informa i su caratteristiche e consumi di energia di ciascun modello di elettrodomestico.

La guida – realizzata nell’ambito della Ricerca di Sistema finanziata dal Ministero dello Sviluppo Economico fornisce gli elementi per leggere e capire i simboli e i numeri che vengono riportati nelle diverse etichette di prodotto e per confrontare l’efficienza energetica e le prestazioni degli apparecchi.
Le nuove regole sono inizialmente applicate a cinque categorie di apparecchi domestici – lavastoviglie, lavatrici e lavasciuga, frigoriferi e congelatori, sorgenti luminose, display elettronici – e a una di apparecchi commerciali (apparecchi per la refrigerazione con funzione di vendita diretta). Per gli altri prodotti le etichette energetiche esistenti verranno sostituite in modo graduale.

La scala principale, sempre riferita all’efficienza energetica, rimane colorata dal verde al rosso ma si ritorna alla classificazione iniziale dalla A (massima efficienza) alla G (bassa efficienza) con un riscalaggio periodico previsto ogni circa 10 anni o quando una significativa percentuale di modelli sarà presente nelle due classi di efficienza più elevate.

Etichetta energetica lavatrice vecchia e nuova
Esempio di etichetta di lavatrice: a sinistra la vecchia etichetta energetica a destra l’etichetta energetica 2021. Quest’ultima completa di pittogrammi e codice QR

Le etichette energetiche 2021, oltre al consumo di energia elettrica, forniscono informazioni intuitive attraverso i pittogrammi: si va dal consumo d’acqua per ciclo di lavaggio al rumore emesso dall’apparecchio, ed altro ancora. Ogni nuova etichetta contiene inoltre un codice QR che rimanda al sito web contenente informazioni aggiuntive sullo specifico modello di prodotto.

Il codice QR è un’altra novità della nuova etichetta, grazie al quale i consumatori potranno ottenere informazioni supplementari (non commerciali) attraverso la scansione con uno smartphone.

Nella guida sono illustrate nel dettaglio le etichette energetiche 2021 per i diversi elettrodomestici, le sorgenti luminose, e gli apparecchi per la refrigerazione professionale e commerciale. Per queste categorie di prodotti è stato a calcolato il consumo di energia e i relativi costi in bolletta associati alle varie classi di efficienza energetica applicabili.

Per saperne di più scarica la Guida ENEA “L’etichetta energetica 2021”.