Internet of Things negli ascensori: risparmio e sostenibilità

Gli ascensori sono impianti molto importanti soprattutto per le abitazioni private, perché in alcuni casi risolvono problemi legati all’utilizzo agevole degli spazi, eliminando le barriere architettoniche. L’Internet of Things ha ulteriormente velocizzato il processo di miglioramento di questi sistemi, valorizzando ancora di più il loro utilizzo intelligente e sostenibile, attraverso anche l’uso delle energie rinnovabili. Ne è un esempio l’ascensore Gen2® Switch di Otis, che funziona con la corrente di casa 230 V monofase, e quindi facilmente alimentabile dai pannelli fotovoltaici.

Internet of Things negli ascensori: risparmio e sostenibilità

Gli ascensori sono una commodity estremamente importante per le nostre abitazioni, poiché consentono la fruizione a tutti, eliminando le barriere architettoniche rappresentata dalle scale o dai dislivelli tra i vari piani all’interno di un edificio.

Per abitazioni e costruzioni con l’obiettivo di un’elevata sostenibilità, è fondamentale che questo impianto consumi il meno possibile, per risparmiare sulla bolletta elettrica. Fondamentale l’approccio verso l’Internet of Things per consentire di utilizzare la tecnologia in modo intelligente, a tutto vantaggio delle prestazioni e della fruibilità dell’impianto.

Internet of Things negli ascensori: risparmio e sostenibilità
Collezione Ambiance di Otis. Per raggiungere un’elevata sostenibilità, è fondamentale che questi impianti consumino il meno possibile, per risparmiare sulla bolletta elettrica.

Innovazioni Otis in ambito Internet of Things (IoT)

Chiediamo a Fabrizio Vimercati, Responsabile Marketing di Otis Italia, quali sono i più recenti sviluppi tecnologici nel settore da questo punto di vista.

Quali sono le novità più importanti per Gen2® Switch?

“Per il settore residenziale Otis dispone di un ascensore assolutamente rivoluzionario dal punto di vista della gestione energetica: Gen2® Switch, che funziona con la normale corrente di casa. Gen2® è la famiglia di ascensori Otis, che grazie alla sua tecnologia esclusiva, è certificata in Classe Energetica A (la migliore) secondo la normativa ISO 25745, che stabilisce come misurare il consumo degli ascensori. Questo grazie a una serie di accorgimenti e invenzioni di Otis, quali la trazione con cinghie piatte in gomma con anima d’acciaio che sostituiscono le funi tradizionali, consentendo di utilizzare una macchina particolarmente compatta ed efficiente. Fondamentale è il recupero di energia consentito dal drive ReGen®: in pratica, quando l’ascensore si muove per gravità (per esempio, una cabina piena chiamata in discesa) non solo l’ascensore non assorbe energia, ma la produce rendendola disponibile all’edificio.

Un ruolo importante gioca anche la modalità di standby: quando un Gen2® non viene chiamato per qualche secondo, spegne la luce di cabina e i suoi circuiti elettronici, in modo da non consumare più praticamente nulla. Infine, tutte le illuminazioni sono a LED, come stiamo facendo tutti noi nelle nostre abitazioni per ridurre i consumi. Grazie a questa tecnologia, l’ascensore consuma fino al 70% in meno rispetto ad un ascensore tradizionale con tecnologia idraulica.

Internet of Things negli ascensori: risparmio e sostenibilità
Un dispositivo intelligente e connesso. eView™ è uno schermo in cabina progettato per rendere unico l’ascensore

Tornando al modello in questione, questo ascensore aggiunge a quanto sopra un aspetto fondamentale: è dotato di accumulatori propri e funziona con la corrente di casa 230 V monofase. Ciò significa che non è più necessario prevedere nelle abitazioni il contatore trifase a 400 V normalmente dedicato all’ascensore, con notevoli risparmi nei costi fissi. La stima di risparmio è di circa 800 € una tantum per l’allacciamento, di 1500-2000 € una tantum per non dover cablare la corrente trifase dal contatore all’ascensore e di circa 300 € all’anno di canone trifase non dovuto.

La potenza richiesta da Gen2® Switch è di soli 500 W, un terzo di un asciugacapelli, e assorbe corrente solo quando il livello di carica degli accumulatori è sotto al livello normale (il che accade, per esempio, dopo l’utilizzo mattutino), altrimenti non consuma praticamente nulla.
Anche Gen2® Switch recupera energia con ReGen® drive, e con tale energia va a ricaricare i propri accumulatori, a disposizione per le chiamate successive.

Gen2® Switch, inoltre, consente un approccio progettuale realmente sostenibile: grazie al fatto che è un’utenza 230 V monofase, può essere alimentato dalle medesime fonti di energia rinnovabile con cui si alimentano le utenze comuni del condominio. Questo significa che, per esempio, l’ascensore può essere alimentato dai pannelli fotovoltaici. Nelle abitazioni di ultimissima generazione, dove sono previsti sistemi di accumulo dell’energia solare, Gen2® Switch esce completamente dal bilancio energetico dell’edificio, essendo sempre alimentato con energia solare e non assorbendo energia dalla rete elettrica.

Un altro vantaggio fondamentale di Gen2® Switch è il fatto che, in caso di mancanza di corrente, è in grado di garantire fino a 100 corse, grazie all’energia immagazzinata nei suoi accumulatori. Ciò garantisce a tutti i passeggeri di raggiungere la propria abitazione, elemento particolarmente importante in caso di problemi di mobilità dei condomini.”

Internet of Things negli ascensori: risparmio e sostenibilità
eView™ connette i passeggeri con il mondo esterno, rendendo ogni viaggio in ascensore un’esperienza piacevole

Nell’industria si sente parlare sempre più spesso di impianti connessi e di tecnologia IoT. Come si colloca Gen2® Switch sotto questo aspetto?

“Diverse soluzioni di Gen2® Switch utilizzano proprio queste tecnologie. Questo ascensore è dotato di serie dello schermo multimediale di cabina eView™, display che consente al proprietario dell’ascensore di proiettare in cabina immagini, video, messaggi personalizzati e contenuti internet quali notizie curiose e previsioni del tempo, programmabili tramite un semplice software di configurazione.

In sostanza, eView™ connette i passeggeri con il mondo esterno, rendendo ogni viaggio in ascensore un’esperienza piacevole.
Infine, nell’eventualità remota di un problema, eView™ consente ai passeggeri di effettuare una videochiamata con l’operatore del Servizio di Assistenza Tecnica OTISLINE®, riducendo la sensazione di disagio dei passeggeri stessi.

La tecnologia dell’IoT, in Gen2® Switch, è invece utilizzata per rendere massima la continuità di servizio e piacevole l’esperienza di viaggio dei passeggeri.

Dotato di serie della soluzione IoT di Otis, Otis ONE™, Gen2 Switch® dispone di diversi sensori di funzionamento, che inviano i dati nel cloud Otis. Appositi algoritmi di intelligenza artificiale analizzano questi dati, consentendo di controllare in continuo lo stato dell’impianto e di prevenire eventuali problematiche.

La tecnologia dell’IoT consente una rivoluzione nel mondo del Servizio di Assistenza e Manutenzione degli ascensori, assicurando agli utenti una continuità di funzionamento senza precedenti. Il tecnico Otis è infatti avvertito dall’ascensore stesso dell’eventuale problematica insorta grazie a un’apposita App, con cui è in grado di effettuare una diagnosi precisa consultando i dati di funzionamento presenti nel cloud. Appositi tecnici dedicati (Remote Experts) possono intervenire da remoto, cercando di risolvere il problema. Nel caso in cui si renda necessario l’intervento in loco, il tecnico Otis è supportato dalla diagnosi già effettuata da remoto.

Si tratta di un enorme passo in avanti, rispetto a recarsi presso l’ascensore per individuare il problema: è il passaggio da una manutenzione reattiva ad una proattiva e predittiva, grazie alle possibilità offerte dalle nuove tecnologie digitali.
Sempre nell’ottica della trasparenza e della disponibilità dei dati, i Clienti Otis proprietari di Gen2® Switch potranno accedere a una piattaforma digitale (Portale Clienti), grazie alla quale visualizzare tutta una serie di dati di funzionamento e di report dell’ascensore, nonché visualizzarne il funzionamento in diretta.”

Internet of Things negli ascensori: risparmio e sostenibilità
Collezione Ambiance di Otis. Un design per ogni stile di edificio

 

Ci sono novità anche dal lato estetico, aspetto particolarmente significativo nelle case private?

“Per agevolare l’inserimento del modello in ogni contesto architettonico, abbiamo posto grande attenzione all’aspetto estetico. La sua estetica Ambiance si divide in due collezioni, Natural e Modern: la prima riproduce materiali naturali come legno pietra e pelle, la seconda metalli, cemento e resina.

Caratterizzata da un’illuminazione diffusa e accogliente, proveniente dai quattro angoli della cabina e dai lati della bottoniera, Ambiance consente di scegliere fino a 400.000 combinazioni personalizzate, tra colori, materiale e accessori. Una menzione speciale la meritano le nuove bottoniere e indicatori di piano, premiate con il Red Dot Award 2021.”




Articolo realizzato in collaborazione con...