La caldaia a condensazione fa risparmiare in bolletta

L’inverno è arrivato e a tutti piace tornare a casa la sera e trovare il giusto comfort. Ma avete verificato il vostro impianto? Se è vecchio, conviene cambiarlo, non solo per via degli incentivi statali, ma soprattutto perché potete risparmiare soldi in bolletta e salvaguardare l’ambiente. Eni gas e luce propone diversi modelli in base alla propria casa e ai consumi generati, aiutando anche nella compilazione delle detrazioni fiscali.

La caldaia a condensazione fa risparmiare in bolletta

Indice degli argomenti:

Il tema dei rincari sulle bollette di luce e gas è oramai sulla bocca di tutti. Da inizi ottobre, infatti, sono scattate le maggiorazioni previste nel quarto trimestre dell’anno in corso, e molti italiani dovranno fare i conti con aumenti e limitate agevolazioni da parte del governo.
Sostituire la vecchia caldaia ecco che diventa quindi un’operazione semplice e veloce, ma soprattutto utile ai fini del risparmio economico ed energetico. Grazie alle ultime tecnologie, infatti, sostituire un vecchio impianto con un impianto di ultima generazione come una caldaia a condensazione è diventata oggi una pratica facile e conveniente.

Risparmio assicurato con il cambio della caldaia

Il governo ha introdotto differenti aiuti statali per incentivare il cambio degli impianti, soprattutto nelle abitazioni private. Per tutti coloro che vogliono effettuare interventi di efficientamento energetico per la propria casa (privata o condominio) agevolati con Ecobonus, è possibile ricevere uno sconto immediato dal fornitore in sostituzione della detrazione fiscale.
Installare una caldaia a condensazione assicura infatti un risparmio stimato fino al 30% sulla bolletta rispetto alla vecchia generazione con impianto a caldaia a camera aperta. Inoltre, acquistare una caldaia a condensazione permette di accedere agli incentivi fiscali previsti dalla legislazione in vigore, recuperando così fino al 65% dei costi di acquisto e d’installazione.

caldaia a condensazione rendimento

Le novità presenti nei bonus edilizi previste dalla Legge 58/2019 di conversione del cosiddetto “Decreto Crescita” (D.L. 30 aprile 2019, n. 34) prevedono la possibilità, per i soggetti che attuano interventi di miglioramento energetico agevolati con Ecobonus, di ricevere dal fornitore uno sconto immediato in sostituzione della detrazione fiscale. Ciò significa che chi ristruttura casa e svolge lavori orientati al risparmio energetico potrà ricevere, invece che un rimborso dilazionato tramite la detrazione fiscale, uno sconto immediato sul corrispettivo dall’azienda che svolge i lavori. Questa soluzione può essere attutata per tutti i lavori rientranti nelle categorie aventi diritto alle detrazioni, solo se concordata preventivamente con il fornitore, il quale deve confermare e attestare l’effettuazione dello sconto. Una valida occasione per chi non ha la disponibilità economica di anticipare tutte le spese, ma ha tutto l’interesse di svolgere degli interventi di riqualificazione energetica della propria casa o del proprio stabile.

Come si installa una nuova caldaia?

Il posizionamento della caldaia è il primo importante passo da compiere quando si decide di installare un nuovo impianto. Le caldaie per la maggior parte dei casi si trovano all’esterno degli appartamenti, questo al fine di risparmiare spazio e per agevolare il prelievo dell’aria necessaria alla combustione, altrimenti rischiosa in caso di mal funzionamenti.
La caldaia a condensazione non necessita un contatto diretto con l’ambiente di installazione, poiché il bruciatore è racchiuso in una camera stagna dove una ventola controllata elettronicamente assicura l’aspirazione di una quantità adeguata di aria all’interno della caldaia.
Se il dispositivo viene installato in esterno, è necessario osservare due accorgimenti legati agli agenti atmosferici (sabbia, pioggia, vento) e alla temperatura presente in ambiente:

1. Scegliere un dispositivo progettato per la collocazione all’esterno. Un mantello senza fessure lo protegge da polvere, umidità e gelo, rendendolo resistente fino a -15°C.
2. Proteggere la caldaia all’interno di un mobile coperto, costruito ad hoc per questa funzione. L’apparecchio normale, disegnato per vivere all’interno dell’appartamento, può funzionare anche fuori, ma la sua vita media si dimezza, l’efficienza diminuisce e crescono i consumi.

L’installazione della caldaia deve essere eseguita da tecnici specializzati, non si può fare in proprio. La legge 37/08, infatti, prevede che il dispositivo venga installato, messo in funzione e sia monitorato da un tecnico abilitato, cui compete la responsabilità di esaminare la combustione, al fine di misurare il suo rendimento e la concentrazione di ossido di carbonio. I risultati della ricognizione devono essere registrati nel Rapporto di Efficienza Energetica, che il professionista deve controfirmare garantendo la veridicità di quanto dichiarato. Una copia del documento rimane al proprietario, mentre l’altra deve essere inviata entro venti giorni all’amministrazione pubblica che governa le ispezioni. Chi acquista la caldaia con Eni gas e luce non ha alcuna preoccupazione. CALDAIANOSTRESS aiuta a scegliere la caldaia ideale per la propria abitazione, e libera da ogni preoccupazione operativa: infatti prevede, oltre alle operazioni di installazione e di adempimento degli obblighi legali, anche:

1. il ritiro e lo smaltimento dell’usato;
2. la consegna di accessori per la pulizia dell’impianto;
3. un rapporto di lungo corso per la manutenzione e l’assicurazione del dispositivo, variabili secondo il tipo di contratto.

Sostituisci la caldaia con Eni gas e luce

Per essere certi di fare la scelta giusta in base ai propri spazi domestici e ai consumi generati, Eni gas e luce è a disposizione per seguire passo dopo passo questa operazione, guidando il consumatore verso la corretta caldaia a condensazione da scegliere, ma non solo. Eni gas e luce si occupa anche di tutto l’iter burocratico di compilazione delle detrazioni fiscali proponendo diversi modelli presenti nell’OFFERTA CALDAIA di Eni gas e luce.
Gli impianti selezionati sono del modello Riello tra cui la gamma EGEL310 Therm, EGEL311 Therm e EGEL510, con installazione compresa nel prezzo.
Nel pacchetto dell’offerta è compreso anche il sistema di termoregolazione e termostato Smart che varia in base al modello di caldaia acquistato tra Riello (RiCLOUD e BeSMART) e Tado°. L’offerta comprende anche la possibilità di usufruire della cessione del credito se si sostituisce la vecchia caldaia con una a maggiore efficienza energetica e delle detrazioni fiscali previste se non si dovesse aderire alla cessione del credito (Ecobonus con detrazione del 65% e Bonus Casa con detrazione del 50%).
Inoltre, è possibile acquistare anche dei servizi aggiuntivi come l’estensione di garanzia fino a dieci anni di copertura (non rientra nel meccanismo della cessione del credito), la manutenzione (non rientra nel meccanismo della cessione del credito), accessori come valvole termostatiche smart e kit salva caldaia e infine il ritiro e lo smaltimento della vecchia caldaia.
L’iter di erogazione dell’offerta prevede un primo appuntamento presso l’Energy Store Eni o il Flagship Store Eni gas e luce più vicino, un sopralluogo iniziale da parte del tecnico per la valutazione dell’impianto, la stipula del contratto e l’installazione della nuova caldaia e il ritiro della vecchia caldaia.

Come si chiama oggi eni gas e luce?