Come risparmiare energia in casa durante l’estate

Ridurre il consumo di energia favorisce il risparmio energetico e, di conseguenza, anche il risparmio economico. Ecco 5 consigli ridurre gli sprechi energetici durante l’estate.

A cura di:

Come risparmiare energia in casa durante l’estate

Indice:

Risparmiare energia in casa da un lato riduce il nostro impatto ambientale, diminuendo il consumo di risorse e le emissioni di CO2, dall’altro ridimensiona le bollette da pagare. Questo doppio vantaggio non può che rendere interessanti le strategie per ridurre i propri consumi energetici in casa. Innanzitutto, è importante essere consapevoli del fatto che il risparmio energetico non è un obiettivo solo durante il mese invernale, quando è acceso il riscaldamento. Anche in estate, infatti, i consumi possono essere eccessivi rispetto alle reali necessità. Ecco alcuni consigli per evitare gli sprechi di energia durante l’estate.

Attenzione al climatizzatore: favorire la ventilazione naturale

Il climatizzatore è uno dei principali responsabili dei consumi elevati di energia durante i mesi estivi. Infatti, in molti sottovalutano il consumo imputabile al raffrescamento degli ambienti, senza contare che spesso si esagera con il condizionatore. Il consiglio è quello di preferire il deumidificatore per abbassare semplicemente la percentuale di umidità nell’aria e di non impostare mai una temperatura eccessivamente bassa rispetto a quella esterna, senza comunque scendere sotto i 25°. I filtri del deumidificatore, poi, devono essere regolarmente puliti per assicurare la massima efficienza dei dispositivi.

Inoltre, è meglio favorire la ventilazione naturale quando possibile, ad esempio aprendo le finestre nelle ore più fresche durante la sera e la notte e tenendole chiuse in quelle più calde. Per generare correnti d’aria è preferibile aprire finestre su lati opposti della casa. Esistono anche soluzioni specifiche per favorire ulteriormente il raffrescamento naturale, come la realizzazione di camini del vento, di specchi d’acqua o di canalizzazioni sotterranee per la ventilazione. Si tratta, però, di interventi più incisivi e onerosi.
In ogni caso, un corretto uso del condizionatore e il favorire la ventilazione naturale, possono aiutare anche a risparmiare più del 50% dell’energia consumata in estate.

risparmiare energia in casa

Utilizzo corretto degli elettrodomestici

Gli elettrodomestici devono essere utilizzati nel modo corretto durante tutto l’anno per risparmiare energia. Questo significa evitare lavastoviglie e lavatrici se non a pieno carico, cuocere con i coperchi e non dimenticare mai nulla acceso. Soprattutto nel periodo estivo, però, quando si parte per le vacanze o ci si allontana da casa per più tempo, è importante evitare anche lo stand-by, colpevole di molti sprechi energetici, che corrispondono anche al 10% dei costi in bolletta per la luce.
Inoltre, anche le lampadine vanno usate con parsimonia. È bene sfruttare a pieno le ore di luce naturale durante l’estate, quando le giornate sono luminose e più lunghe. In questo modo, è possibile risparmiare energia che di solito si consuma per l’alimentazione delle lampade.

risparmiare energia con gli elettrodomestici

Via libera alla vegetazione

La vegetazione è un ottimo aiuto sia per ombreggiare l’edificio o le superfici vetrate, che per aiutare a regolare umidità e temperatura in casa. Diversi studi scientifici hanno dimostrato i benefici che derivano dal posizionare in casa diverse specie di piante, tra cui anche una migliore qualità dell’aria. Oltretutto, sono un alleato per il benessere completamente naturale.

Rivedere la tinteggiatura delle facciate e l’isolamento dell’edificio

Si tratta di interventi più impegnativi sull’edificio, ma fondamentali per il benessere estivo e per ridurre gli sprechi energetici. Approfittando anche di bonus e detrazioni fiscali (come bonus facciate e Superbonus 110%), è importante intervenire e assicurare un corretto isolamento delle facciate e della copertura per non far aumentare eccessivamente la temperatura interna. Allo stesso modo, il colore chiaro della facciata aiuta a combattere il fenomeno del surriscaldamento, invece accentuato da tonalità scure. Ridurre il surriscaldamento estivo, quindi, favorisce un microclima interno migliore, anche senza il supporto di soluzioni impiantistiche. Da qui, il risparmio energetico.

Risparmio energetico con corretto isolamento

Sistemi di ombreggiamento per risparmiare energia

Un ultimo, ma fondamentale, consiglio per risparmiare energia riguarda la predisposizione di sistemi di ombreggiamento in grado di proteggere la casa dal sole e dal caldo. Si tratta di un aspetto fondamentale per il risparmio energetico e questo ruolo può essere svolto da tettoie, sistemi oscuranti mobili (come ante o brise soleil), tendaggi e – come già anticipato – anche dalla vegetazione. Nella scelta è bene ricordare che, durante l’inverno, la radiazione solare diventa un apporto gradito di calore gratuito. Qualsiasi sistema oscurante, quindi, deve poter essere rimosso durante i mesi freddi, favorendo il riscaldamento naturale degli ambienti interni. Attenzione soprattutto ai lati della casa esposti a Sud e a Ovest, in quanto la radiazione è maggiore e concentrata nelle ore più calde.