Le App che ci aiutano a creare, gestire e programmare la casa e a vivere in maniera sostenibile

Tecnologia ed ecologia vanno di pari passo, soprattutto in casa, dove alcune applicazioni (gratis) hanno virato in maniera profonda gli stili di vita e consentono concretamente di risparmiare acqua, gas, energia.

A cura di:

Le App che ci aiutano a creare, gestire e programmare la casa e a vivere in maniera sostenibile

La tecnologia costituisce un valido alleato nel consapevolizzare, in primis, ciascuno di noi allo stato di fatto dei nostri consumi e, successivamente, nel correggere il tiro e modificare stili di vita e criteri di scelta a favore del risparmio. Unico svantaggio per gli utenti, la progressiva “perdita della privacy”, perché maggiori contenuti tecnologici equivale anche a una maggiore tracciabilità delle abitudini, ma questo è un altro capitolo.

Esistono App praticamente per tutto ormai: per pulire la casa, organizzare e ordinare spazi e materiali, sincronizzare le agende di tutti i componenti della famiglia, fare la raccolta differenziata e curare al meglio piante e amici a quattro zampe.

Anche questo concorre al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 e 2050, nel lungo fondamentale processo di transizione verso la decarbonizzazione e la neutralità climatica. Anzi soprattutto questo: gli stili di vita, le consuetudini domestiche che, sommate e protratte nel tempo, determinano il calcolo delle risorse idriche ed energetiche che consumiamo e che andiamo a richiedere all’ambiente.

Come sta evolvendo il settore dell’abitare?

Chi ha potuto visitare l’ultima edizione, da poco conclusa, di IFA, la manifestazione di Berlino dedicata alle nuove tecnologie, si sarà fatto un’idea di quanto il settore dell’abitare abbia drasticamente rivoluzionato la propria immagine e le proprie funzioni negli ultimi anni, a partire dagli elettrodomestici, già da tempo “evoluti” in versioni smart e dotati di intelligenza artificiale.

Ci siamo abituati a forni, frigoriferi e robot multitasking che dialogano tra di loro e che possono essere gestiti anche se siamo fuori, ma adesso si sta andando oltre: per semplificare ulteriormente la vita degli utenti ed evitare gli sprechi, per esempio, alcune aziende produttrici hanno pensato a una serie di telecamere collegate ad elettrodomestici come il frigorifero, che catalogano i prodotti (e tengono memoria delle scadenze) senza che lo si debba fare manualmente.

Su quest’onda, per il futuro, si parla addirittura di creare una rete con i distributori di prodotti alimentari, affinché la registrazione dei prodotti avvenga già in automatico al momento dell’acquisto.

Scenari che solo fino a pochi anni fa erano fantascienza e che, invece oggi, sono realtà, tangibile e monitorabile da qualsiasi device (soprattutto smartphone e tablet), attraverso specifiche applicazioni.

La rivoluzione del settore dell'abitare
Esistono App praticamente per tutto ormai: per pulire la casa, organizzare e ordinare spazi e materiali, sincronizzare le agende ecc. Foto: Haier

 

Il tutor della raccolta differenziata

L’App Junker per differenziare in modo corretto, con geolocalizzazione

Junker è un vero e proprio tutor che ci supporta nella definizione dei materiali di cui ogni rifiuto è composto e quindi ci indica dove conferirlo, ovvero in quale cassonetto della raccolta differenziata. Grazie alla geolocalizzazione, inoltre, la App ci fornisce anche indicazioni su dove trovare i diversi punti di raccolta, in base al Comune in cui l’utente si trova (uno stesso materiale può essere conferito anche in quattro modi diversi a seconda del Comune in cui si trova l’utente).

Per accedere a questi servizi è sufficiente inquadrare il codice a barre oppure scattare una foto del prodotto, se si tratta di prodotto generico privo di codice a barre. L’applicazione è nata otto anni fa da una piccola stat up e oggi abbraccia una grande community dell’economia circolare.

“Nell’era delle applicazioni in mobilità, i cittadini non sono disposti a perdere tempo né a scervellarsi per compiere un’azione semplice come gettare un rifiuto in un bidone. Da qui l’idea di creare un tutor personale, intelligente, che raggiunga i cittadini comodamente sul loro smartphone, offrendo le info e i consigli per differenziare i propri scarti e, quindi, ridurre la propria impronta ecologica”  spiega l’ideatore Giacomo Farneti

Il tutor della raccolta differenziata
L’applicazione Junker è nata otto anni fa da una piccola stat up e oggi abbraccia una grande community dell’economia circolare.

Controllare le tecnologie domestiche con una App

L’App hOn di Haier Europe per gestire tutti gli impianti di casa

Haier Europe ha scelto proprio il contesto di IFA 2023 per presentare le novità in ambito tecnologico e nello spazio Connect to Extraordinary ha mostrato come la rete dei servizi connessi con le persone impatta significativamente sulla vita quotidiana e di riflesso sull’ambiente. Elemento di raccordo delle diverse realtà del gruppo (Candy, Hoover e Haier) è proprio una piccola grande applicazione: hOn. Piccola ma anche grande perché gestisce praticamente tutti gli impianti della casa, dal solare al fotovoltaico, passando per batterie, inverter, HVAC, caricabatterie EV e, ovviamente, gli elettrodomestici.

La sua peculiarità è quella di riunire e gestire le tecnologie più evolute di cui i prodotti del gruppo sono dotati e di riflesso far risparmiare energia e ridurre le emissioni di CO2.

Ma quali sono queste tecnologie? Tanto per fare qualche esempio: Label Decoder interpreta le istruzioni di lavaggio delle etichette per i diversi capi, Proactive Temperature regola la temperatura del frigorifero per la migliore conservazione degli alimenti, Automatic Cooking riconosce i cibi e stabilisce i parametri di cottura ideali durante tutta la preparazione. Collegando i dispositivi all’applicazione è possibile ottimizzare i consumi energetici, settare obiettivi di risparmio che contribuiscono a ridurre le emissioni di CO2, migliora la durata e l’efficienza a lungo termine dei prodotti, avvalersi di suggerimenti di manutenzione preventiva.

Inoltre, App hOn offre una molteplicità di servizi personalizzati in base alle passioni di ognuno, tanto per fare qualche esempio: consente di gestire un inventario vino (esaminando, conservando e ampliando la propria cantina) oppure si prende cura del proprio quattrozampe con servizi specifici per monitorarne il benessere.

La stanza dei bottoni in una App
L’App hOn di Haier offre una molteplicità di servizi personalizzati in base alle passioni di ognuno

L’App SmartThings Home Life di Samsung all-in-one

Un’altra analoga applicazione è SmartThings Home Life di Samsung Electronics che collega in un’unica piattaforma (all-in-one) la molteplicità delle tecnologie domestiche: semplicemente parlando con Bixby (assistente vocale), gli utenti possono utilizzare gli elettrodomestici e creare configurazioni che sollevino dalle fastidiose routine quotidiane e, allo stesso tempo, eliminino gli sprechi (regolare manualmente le impostazioni per i carichi di bucato o accendere ogni volta il purificatore d’aria).

Tra le diverse funzioni c’è SmartThings Cooking, una guida interattiva per la cucina che legge le ricette e invia istruzioni agli elettrodomestici, scansionando le etichette sulle confezioni di carne, SmartThings Cooking consiglia diverse ricette e suggerimenti sui metodi di conservazione e, alla fine, consiglia anche il vino giusto.

Un’altra funzione, SmartThings Energy, controlla il consumo energetico fornendo informazioni dettagliate, in tempo reale, su dove e come viene utilizzata l’energia all’interno della casa, ma offre anche suggerimenti su come ridurre i consumi e consente automaticamente di passare i dispositivi alla modalità di risparmio energetico una volta raggiunto un determinato consumo.

La stanza dei bottoni in una App
L’App SmartThings Home Life di Samsung Electronics collega in un’unica piattaforma (all-in-one) molteplici tecnologie domestiche, come elettrodomestici, purificatori, lavatrice ecc.

Architetti del proprio spazio

L’App Planned 5D per arredare casa in modo facile e personalizzato

La app Planned 5D permette all’utente comune di progettare la propria abitazione (gli interni), scegliendo tra finiture, numerose soluzioni di interior design, arredi e complementi e di visualizzare in 3D il proprio lavoro.

“Abbiamo avviato questo progetto per aiutare i non professionisti a visualizzare le loro future case con strumenti semplici”, spiegano i giovani sviluppatori, che hanno trasformato la start up di Vilnius (Lituania) in un servizio con oltre 64 milioni di utenti e più di 300 milioni di progetti di interior design realizzati.

Architetti del proprio spazio
L’App Planned 5D permette di progettare gli interni della propria casa, scegliendo tra finiture, arredi e complementi e di visualizzare in 3D il proprio lavoro

Calcolatore di consumi e comparatore di offerte

L’App Switcho per calcolare i consumi e capire l’offerta migliore

Il modo migliore per economizzare sulle risorse idriche ed elettriche, evitare gli sprechi e pesare di meno sull’ambiente è sicuramente quello di calcolare precisamente i propri consumi e capire se il mercato offre soluzioni più vantaggiose.

Tra gli ormai numerosi comparatori c’è Switcho, fondata nel 2019 da Marco Tricarico, Francesco Laffi e Redi Vyshka. La piattaforma, disponibile anche come applicazione, esegue un’analisi personalizzata delle spese sostenute partendo dai dati presenti in bolletta, per poi proporre tariffe luce e gas alternative laddove è possibile risparmiare. La stessa applicazione fa una ricerca delle migliori offerte di internet per la casa e, se richiesto, si occupa di gestire le pratiche per il passaggio ad altro gestore e l’attivazione.

Calcolatore di consumi e comparatore di offerte
L’App Switcho esegue un’analisi personalizzata delle spese sostenute partendo dai dati presenti in bolletta, per poi proporre tariffe luce e gas alternative laddove è possibile risparmiare

Foto in apertura: Esempio di come utilizzare l’App Junker per la raccolta differenziata