Smart Home: problemi da risolvere tra elettricità e connessione

La Smart Home è una casa connessa, che per funzionare necessita di internet e di energia elettrica. Che problemi si possono riscontrare quando viene meno uno di questi due elementi?

A cura di:

Smart Home: problemi che si possono presentare tra elettricità e connessione

Indice degli argomenti:

La Smart Home è un’abitazione resa intelligente dalla tecnologia e da Internet, sicuramente più confortevole, sicura ed efficiente. Il fatto che i vantaggi siano molti, però, non significa che non si possano verificare alcuni contrattempi che, in alcuni casi, possono davvero essere fastidiosi. Averne consapevolezza, però, permette di prevenire eventuali problemi o essere preparati nel caso si avverino imprevisti a cui non si può trovare soluzione diversa dall’ “aspettare che tutto torni a posto”.

Se non c’è corrente, non c’è Internet

Smart Home: se non c’è corrente, non c’è Internet

Se per qualsiasi motivo l’abitazione rimane senza energia elettrica, i problemi che si possono riscontrare sono due: da un lato l’assenza di Internet, necessario a governare e comandare i dispositivi, dall’altro la mancanza di corrente, che ne permette il funzionamento vero e proprio.
Se manca internet salta il sistema di controllo a remoto, ma molti apparecchi possono funzionare in modo tradizionale e manuale (ad esempio, gli elettrodomestici intelligenti).

Per quanto riguarda il secondo punto, invece, si tratta di una problematica comune a i dispositivi elettronici presenti in casa, non solo quelli connessi e tutto smette di funzionare. In ogni caso, il rischio è di non poter utilizzare oggetti smart come le serrature, le tapparelle o il termostato. Ma vediamo, allora, come si può aggirare, o almeno arginare, il problema.

Come avere Internet senza corrente? Il router a batteria

Nel caso in cui il problema sia la mancanza di Internet per assenza di energia elettrica, una possibile soluzione è sicuramente quella di utilizzare un router a batteria. Esistono diverse soluzioni disponibili sul mercato, a prezzi anche molto accessibili. È sufficiente assicurarsi che il dispositivo sia carico e inserire una SIM card, dopo di che ci si può collegare alla rete Wi-Fi hotspot. Esistono anche prodotti alimentati tramite energia solare, grazie a un piccolo pannello fotovoltaico, una batteria e un cavo per la ricarica, aumentando al massimo l’indipendenza dall’energia elettrica.

Questi dispositivi, infatti, nascono per essere utilizzati anche all’aperto e funzionare in modo continuativo in ogni momento. Non è diverso il concetto di utilizzare il proprio smartphone, sfruttando l’hotspot Wi-Fi. È chiaro che, però, se anche possiamo connetterci a Internet e un dispositivo è collegato alla rete elettrica di casa per funzionare, non saremo in grado di accenderlo. Il router Wi-Fi è in ogni caso una valida alternativa ogni volta che si ha un problema di rete con il modem di casa.

Gruppi di continuità per non rinunciare alla corrente

Gruppi di continuità per non rinunciare alla corrente

I gruppi di continuità UPS nascono per dare continuità di servizio in caso di assenza di energia elettrica. Questa tecnologia assicura l’energia elettrica necessaria al funzionamento dei dispositivi, grazie a dei convertitori di corrente e a delle batterie. Il limite, però, risiede nel tempo massimo di autonomia, che può essere anche di soli 10 minuti, ma dipende dalla tipologia di batteria e dal carico da sostenere.

Se si sceglie di installare un gruppo di continuità, quindi, si dovranno considerare le potenze degli oggetti che si vogliono mantenere alimentati e decidere per quanto tempo. Sulla base di questi dati, si può scegliere la soluzione migliore e conoscere in anticipo il tempo a disposizione. In ambito domestico, ad esempio, si potrebbe valutare quali dei vari dispositivi è necessario mantenere attivo, senza necessariamente sfruttare il gruppo di continuità per tutto quanto installato. Un esempio, è sicuramente quello relativo alle telecamere di sicurezza, che non si vogliono disattivare nemmeno durante un blackout.

Scegliere dispositivi a batteria

Scegliere dispositivi a batteria

Infine, è bene fare una riflessione relativa alla tipologia di alimentazione dei dispositivi, da considerare al momento dell’acquisto. Esistono molti oggetti per la casa Smart che, anziché essere collegati alla corrente elettrica, presentano delle batterie. In questi casi, l’unico problema che si deve affrontare è l’assenza di Internet.

Per fare degli esempi, esistono termostati Smart collegati alla rete e altri alimentati a batteria, così come le telecamere di sicurezza e alcuni sensori. Entrambe le soluzioni di alimentazione hanno specifici vantaggi e svantaggi, ma è chiaro che in assenza di corrente elettrica si risolve la gran parte del problema.