Smart Working: idee per creare uno studio in casa

L’emergenza sanitaria legata al Covid-19 ha incrementato lo smart working: ecco alcune soluzioni per creare la propria postazione in casa senza stravolgerla

A cura di:

lo smart working si sta diffondendo in Itala

Lo Smart Working, noto anche come “lavoro agile”, è una modalità di lavoro di cui si sente sempre più parlare nel nostro paese. In base a recenti risultati dell’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano, il 58% delle grandi aziende italiane ha già introdotto iniziative che mirano alla progressiva affermazione di questa pratica.

Con ogni probabilità, lo Smart Working è per di più destinato a diffondersi ulteriormente sotto la spinta dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19. Per un numero crescente di lavoratori diverrà perciò necessario impostare uno spazio adatto alla propria attività professionale all’interno delle mura domestiche. Ma come fare? Ecco alcune idee per creare uno studio in casa da adibire al lavoro agile.

Gli elementi base per fare Smart Working

Accanto a un PC, che nella maggior parte dei casi viene fornito dall’impresa stessa di cui si è dipendenti, e a una connessione Internet funzionante, per creare uno studio in casa da destinare allo Smart Working, occorre puntare su determinati elementi basilari. Scopriamone alcuni.

La scrivania

Si tratta del primo componente indispensabile per potersi ritagliare un angolo dedicato al lavoro anche tra le mura domestiche. Le soluzioni disponibili in commercio sono davvero tante e in grado di soddisfare qualsiasi necessità. Chi ama gli stili moderni può ad esempio optare per una scrivania minimalista a cui aggiungere alcuni mobili da ufficio, a partire dalla cassettiera fino agli armadi con ante, per riporre in totale sicurezza documenti e raccoglitori.

Per chi preferisce le soluzioni di design più innovative, una bella idea può essere quella di scegliere una scrivania di cartone. Tra i principali vantaggi di un prodotto simile, vi è la possibilità di montare e di smontare la scrivania in tempi molto rapidi, così da poterla trasportare con facilità in altri ambienti, se necessario. Una scrivania di cartone rappresenta inoltre un complemento di arredo riciclabile ed ecosostenibile al 100%, oltre a risultare decisamente economica rispetto alle soluzioni tradizionali.

La sedia

Utilizzare una sedia giusta è uno degli aspetti essenziali per poter svolgere lavori da ufficio senza incidere negativamente sulla propria salute fisica. Una posizione errata mantenuta a lungo può infatti causare danni a tutta la colonna vertebrale e non solo. Per evitarlo, l’opzione ideale consiste nella scelta di una sedia ergonomica. Si tratta di una soluzione appositamente studiata per favorire l’assunzione di una postura personalizzata e corretta, ossia una giusta posizione dell’intera colonna vertebrale, delle gambe e delle braccia mentre si è impegnati a lavorare alla scrivania.

Gli accessori

Per poter creare uno spazio di lavoro che sia accogliente, ordinato e confortevole, è bene puntare anche sull’adozione di accessori adeguati. Uno strumento utile per ottimizzare la scrivania si trova nei supporti per computer portatili che permettono di regolare l’angolazione del PC, così da evitare di spostarsi per vedere lo schermo. Oltre ad assicurare una maggiore facilità di uso, l’accessorio risulta utile per consentire al computer di raffreddare correttamente.

Un altro aspetto importante da tenere in considerazione è la luce. Alla stregua della sedia ergonomica, infatti, anche una corretta illuminazione è fondamentale per evitare l’insorgenza di disturbi agli occhi. Quando possibile, è opportuno posizionare la scrivania in modo da sfruttare la luce naturale. Se infattibile, è necessario scegliere una lampada da mettere sulla scrivania. In vendita si possono reperire soluzioni che permettono di regolare il livello di luminosità, così da migliorare la visibilità di qualsiasi area della superficie di lavoro. Tra i prodotti più idonei spiccano le lampade a LED che, accanto alla funzionalità, garantiscono un significativo risparmio energetico, a buon vantaggio dell’ambiente e dell’economia domestica.

Lampada smart Float di Axolight ideale per smart working
Float di Axolight è una lampada multifunzionale e portatile

Per gli appassionati di tecnologia, un’alternativa interessante si ha anche nelle lampade Smart, che combinano i vantaggi dell’illuminazione LED con una gestione intelligente della luce. Questi prodotti sono utilizzabili anche da remoto tramite apposite App che si possono installare sul proprio smartphone o tablet. Le lampade Smart sono inoltre compatibili con i principali assistenti vocali, come Google Assistant e Alexa, rendendo attuabile una fruizione ancor più comoda.