Cucine da esterno: 5 consigli facili e veloci per arredare il tuo outdoor

Le cucine da esterno stanno trasformando il modo di vivere gli spazi aperti, combinando lusso e funzionalità con innovazioni tecnologiche e design sostenibili, rendendo queste installazioni non solo attraenti, ma anche rispettose dell’ambiente. Ecco 5 consigli da prendere in considerazione prima dell’acquisto.

A cura di:

Cucine da esterno: 5 consigli facili e veloci per arredare il tuo outdoor

Negli ultimi anni, le cucine da esterno hanno registrato una crescita esponenziale in popolarità, evolvendosi da semplici barbecue a veri e propri spazi gourmet attrezzati. Le cucine da esterno sono un elemento d’arredo sempre più irrinunciabile se si ama la vita all’aperto, la compagnia e il buon cibo preparato su un barbecue professionale.

Questo articolo è dedicato a chi ama cucinare all’esterno, vivere momenti conviviali, in compagnia a anche di tecnologie innovative e attente all’estetica, al design e alla qualità.

Cucine da esterno: 5 cose da sapere prima di acquistarne una

Le cucine da esterno rappresentano una fusione perfetta tra innovazione, tecnologica e artigianalità. Per un pubblico attento ed esigente, comprendere i dettagli ingegneristici, le scelte dei materiali e le soluzioni di design è fondamentale per apprezzare appieno le potenzialità di questi spazi, aiutando anche a ridurre l’impatto ambientale, e migliorare l’efficienza e la longevità delle installazioni.

Con la giusta attenzione alla qualità, alla funzionalità e alla sostenibilità, una cucina da esterno può trasformarsi nel cuore pulsante della vita all’aperto, offrendo esperienze culinarie senza pari.

Vediamo insieme 5 tips da tenere in considerazione se stai pensando di inserire una cucina nel tuo spazio esterno di casa.

Le cucine da esterno: 5 cose da sapere prima di acquistarne una
Le cucine da esterno hanno registrato una crescita esponenziale in popolarità, evolvendosi da semplici barbecue a veri e propri spazi gourmet attrezzati

 

1. Prima scelta: che materiale scegliere

Uno dei fattori chiave per una cucina da esterno di alta qualità è la scelta dei materiali. Acciaio inossidabile, pietra naturale e compositi avanzati sono tra i materiali preferiti per la loro resistenza agli agenti atmosferici.

L’acciaio inossidabile, in particolare, è apprezzato per la sua capacità di resistere alla corrosione, mantenendo un aspetto impeccabile anche dopo anni di utilizzo.

Le cucine esterne di OF outdoorkitchens

Grazie ai 115 colori di verniciatura a disposizione, 5 finiture di acciaio inox, oltre ai piani in Dekton e Laminam e la finitura in Teak, le cucine di OF outdoorkitchens – progetto nato 5 anni dalla ditta Officine Fanesi, azienda specializzata nella produzione di cucine customizzabili in acciaio inox – si integrano perfettamente in tutti gli spazi, dal più rustico con ante in corten o acciaio inox vintage completato, ad esempio, con l’inserimento di elementi più rurali come porta legna, al più moderno e minimale con ante in acciaio satinato a mano, molto elegante e raffinato.

L’acciaio nelle cucine OF outdoorkitchens
Modello Via Nolfi di OF outdoorkitchens con ante in corten

 

2. Come progettare lo spazio. Design e funzionalità le parole chiave

Il design delle cucine da esterno è un equilibrio tra estetica e funzionalità e la progettazione è di fondamentale importanza per avere una cucina funzionale, ovunque si desidera posizionarla: in terrazza, a bordo piscina, in giardino, o vicino alla massicciata come stiamo pensando di progettarla io e mio marito Nicola.

Come per la cucina da interno che utilizziamo quotidianamente, anche quella da esterno necessita di una progettazione studiata in ogni minimo e scrupoloso dettaglio senza lasciare nulla al caso. Indipendentemente dal materiale, se in muratura o in acciaio.

Un punto acqua è sempre consigliato averlo da posizionare abbastanza vicino alla zona di cottura e alla zona di lavorazione dei cibi. In 200 cm si può avere una cucina da esterno compatta con lavello, piano di lavoro centrale e griglia/induzione, ma se il desiderio è quello di avere anche la lavastoviglie e frigo allora l’ideale è avere a disposizione almeno 300 cm.

Che sia più rustica o estremamente moderna, ci sono da considerare alcuni aspetti univoci per tutte le tipologie di cucine:

  • In base alla configurazione progettuale che vuoi dare bisogna predisporre gli allacci elettrici e idraulici, scarichi compresi, sulla base di quali elettrodomestici inserire e dove posizionarli, proprio come in una cucina da interno.
  • Il basamento su cui appoggia deve essere in bolla e su un supporto rigido. Se verrà posizionata su una terrazza o un balcone, assicurati che la cucina abbia dei piedini regolabili per renderla in piano e non seguire la pendenza del pavimento.
  • Inserisci nel progetto delle prese elettriche per i piccoli elettrodomestici
  • Inserisci un paio di punti luce per illuminare la cucina e il piano di lavoro nelle ore più buie, soprattutto quando la cucina si trova all’aperto senza avere una copertura.
2. Come progettarla? Design e funzionalità le parole chiave
Il design delle cucine da esterno è un equilibrio tra estetica e funzionalità e la progettazione è di fondamentale importanza per avere una cucina funzionale. Foto: OF outdoorkitchens

450 moduli di OF outdoorkitchens

Grazie ai 450 moduli di OF outdoorkitchens, le infinite configurazioni che ne risultano permettono una personalizzazione completa dello spazio, adattandosi perfettamente alle esigenze specifiche creando così un personale lifestyle in outdoor.

Gli elementi integrati, come lavelli, frigoriferi, esclusivamente prodotti per esterno, devono essere disposti in modo ergonomico e funzionale per facilitare il flusso di lavoro, e anche i piani di lavoro dovranno essere pratici e posizionati in punti strategici, ad esempio di fianco al bbq o alla piastra per avere uno spazio di appoggio delle pietanze, e vicino al lavandino per una zona lavaggio comoda.

3. Il prezzo. Quanto costa una cucina per esterni?

L’investimento varia in base ai materiali, alla quantità e alla qualità degli elettrodomestici, e dimensioni di realizzazione.

Prendiamo ad esempio una misura fissa di 270 cm: variamo dai 3000€ quelle in muratura prefabbricate, rivestita in mattoni, sasso o piastrella a scelta, con bbq classico in materiale refrattario e lavello in fragranite, fino ad arrivare al top di gamma realizzate interamente in acciaio inox con bbq ad alte prestazioni, piano cottura gas, lavello in acciaio e lavastoviglie o frigorifero, dove l’investimento è di circa 12.000€.

3. Quanto costa una cucina per esterni?
Il costo per una cucina da esterno varia in base ai materiali, alla quantità e alla qualità degli elettrodomestici, e dimensioni di realizzazione. Foto: OF outdoorkitchens. Costo del sistema in foto: 6mila euro

 

4. Sostenibilità e riciclabilità in ogni scelta

Non è solo una parola ma un vero e proprio concetto progettuale che tutti noi dovremmo iniziare a prendere seriamente in considerazione. Parliamo spesso di sostenibilità e di come possiamo migliorare l’ambiente in cui viviamo con piccoli gesti, dalla raccolta differenziata all’utilizzo di materiali riciclati e riciclabili. Ad esempio noi in casa buttiamo via pochissimi scarti alimentari, utilizzandoli prima per il brodo vegetale e poi quello che rimane o si avanza lo taglio a pezzetti e lo dono un po’ alle piante e un po’ alle galline del nostro pollaio.

Anche in una cucina da esterno si può essere attenti all’ambiente in cui viviamo con un minimo di buona volontà e di lungimiranza verso il nostro futuro, utilizzando ad esempio materiali che comportano un costo iniziale maggiore, come l’acciaio, ma che nel lungo periodo ci aiuterà a non dover più andare in discarica a smaltire i materiali che utilizziamo. Senza contare i costi di manutenzione e i vari prodotti di pulizia che utilizziamo.

Sostenibilità e riciclabilità in ogni scelta
In tema di raccolta differenziata, OF outdoorkitchens propone anche dei bidoncini dedicati alla divisione dei rifiuti molto comodi e ordinati. Capienza: 25 Litri

 

L’acciaio riciclabile di OF outdoorkitchens

Ne abbiamo parlato diverse volte della completa sostenibilità e riciclabilità all’infinito dell’acciaio, e OF outdoorkitchens ha sposato talmente tanto questa filosofia progettuale e produttiva che realizza in acciaio 304 e acciaio 316 (adatto a territori marini) ogni singola parte delle sue cucine. Non esiste un singolo elemento di truciolare o di plastica.

Ma cosa sono l’acciaio 304 e 316?

Trattasi di acciaio inossidabile resistente alla corrosione, per questo non subisce variazioni anche se lasciato alle intemperie per decenni.
La differenza tra i due è che il 316 è più resistente alla corrosione rispetto al 304, per questo viene consigliato e utilizzato in località di mare.

Vediamo insieme le loro principali caratteristiche:

  • Resistenza alla corrosione e alle alte temperature
  • Facilità di lavorazione, saldatura e lucidatura
  • Bassi costi di manutenzione
  • Lunga durata dei manufatti
  • Proprietà igieniche e facilità di pulizia

È una filosofia difficile da mettere in atto? Dipende dai punti di vista. È una filosofia dispendiosa? Come investimento iniziale sì, ma con il passare del tempo e degli anni sicuramente l’investimento verrà ben ripagato.

L’acciaio riciclabile di OF outdoorkitchens
Una cucina in acciaio inox 304 o 315 è riciclabile all’infinito. Foto: OF outdoorkitchens

 

5. Efficienza energetica e tecnologia

L’integrazione della tecnologia nelle cucine da esterno ha permesso di elevare l’esperienza culinaria a nuovi livelli. Griglie a gas e barbecue con controllo della temperatura tramite app, sistemi di illuminazione a LED per cucinare di sera e sensori di rilevamento del calore per una cottura precisa, sono solo alcune delle innovazioni presenti sul mercato. I modelli più avanzati offrono anche la connettività Wi-Fi, permettendo di monitorare e controllare la cottura direttamente dal proprio smartphone.

Un po’ come sta accadendo ormai da qualche tempo con gli elettrodomestici smart delle nostre case, come accendere la stufa a pellet con un comando wifi per trovare la casa calda di ritorno dal lavoro o da una vacanza.

Ma non solo. Gli ultimi sviluppi vedono anche l’installazione di pannelli solari per alimentare luci e piccoli elettrodomestici, un ottimo modo per ridurre l’uso di energia elettrica tradizionale. Addirittura alcuni sistemi possono anche essere progettati per riscaldare l’acqua utilizzata nella cucina da esterno.

5. Efficienza energetica e tecnologia
I barbecue e gli elettrodomestici da esterno sono sempre più smart e connessi. Foto: OF outdoorkitchens

 

Foto in apertura: OF outdoorkitchens




Articolo realizzato in collaborazione con...