Quali sono i vantaggi di una Smart Home e che cosa si può fare?

La Smart Home è una casa intelligente in cui è possibile connettere a Internet oggetti e impianti, per un comfort, una sicurezza e un’efficienza energetica maggiori. Ma da dove si è partiti per arrivare ai vantaggi assicurati oggi?

A cura di:

Quali sono i vantaggi di una Smart Home e che cosa si può fare?

Indice degli argomenti:

La Smart Home è una casa intelligente in cui è possibile connettere a Internet oggetti e impianti, per un comfort, una sicurezza e un’efficienza energetica maggiori. Ma da dove si è partiti per arrivare ai vantaggi assicurati oggi?

Che differenza c’è tra una casa domotica e una smart home?

Con il termine Smart Home si indica un’abitazione che, grazie all’uso della tecnologia, diventa intelligente. Nasce, a questo punto, una seconda domanda, relativa al significato di intelligenza applicato agli edifici. Per rispondere in modo breve, possiamo dire che una casa intelligente è automatizzata e in grado di rispondere alle esigenze di chi la vive in modo innovativo.

Inoltre, il livello di controllo degli impianti è evoluto e tutto è gestibile anche da remoto con un semplice Smartphone o da casa con la voce. Alla base di una Smart Home c’è la possibilità di collegare gli oggetti a Internet, connettendoli tra loro e con le persone. Si parla, infatti, di Internet of Things (IoT), ossia di Internet delle cose, con oggetti connessi ad esempio tramite tecnologie Wi-Fi o Bluetooth.

Quali sono i vantaggi di una Smart Home e che cosa si può fare?
Oggi la Smart Home è considerata più accessibile, in quanto permette un’implementazione graduale e con investimenti frazionati e meno significativi

 

Un’evoluzione che va oltre la domotica tradizionale, che invece funziona grazie alla cablatura dell’impianto elettrico, che collega “fisicamente” tutti i dispositivi di casa a un sistema di controllo centralizzato. In questo caso, non necessariamente si deve fare ricorso alla rete.

Oggi la Smart Home è considerata più accessibile, in quanto permette un’implementazione graduale e con investimenti frazionati e meno significativi. Proprio per questo, in numeri, sta superando la domotica. Ma la storia non si ferma qui, perché se l’Internet of Things ha esteso i confini della domotica, con la possibilità di rendere “intelligente” ogni oggetto, dalla lampadina all’aspirapolvere, passando per caldaie e allarmi, la domotica tradizionale non è sicuramente il punto zero di questa storia.

Come è nata la domotica?

Da sempre l’uomo immagina, lavorando con la fantasia, soluzioni tecnologiche ancora non esistenti e in grado di facilitare la vita e aumentare il comfort. Sogni che, spesso, diventano realtà a distanza di anni.

Questo è proprio il caso della Smart Home, che oltre ad essere comparsa in diversi film di fantascienza negli anni ’80, deve ringraziare prima Gio Ponti che seguì la realizzazione della “Casa Elettrica” nel 1930, con un tributo ai più moderni elettrodomestici, e poi un ingegnere americano che, nel 1966, installò a casa un calcolatore pensato per l’industria.

Con Echo IV – questo è il nome che gli venne dato – era possibile gestire l’accensione di luci, televisori e sveglie. Un progetto che, però, era solo l’inizio, in quanto venne pensato per espandersi e aggiungere molti altri dispositivi domestici, ancor prima che in casa arrivassero i computer alla portata di tutti che oggi conosciamo. Da allora, chiaramente, i passi in avanti fatti in ambito elettronico e informatico sono stati molti e, oggi, i vantaggi offerti dalla domotica sono davvero molti.

Quali sono i vantaggi di una Smart Home oggi e che cosa si può fare
I vantaggi della Smart Home sono principalmente riconducibili al comfort, alla sicurezza e all’efficienza energetica

Quali sono i vantaggi di una Smart Home oggi e che cosa si può fare

I vantaggi della Smart Home sono principalmente riconducibili al comfort, alla sicurezza e all’efficienza energetica. Secondo i dati dell’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano quasi metà degli italiani (46%) possiede un oggetto Smart, a dimostrazione del crescente interesse verso questo mondo. Nel 2021, il mercato è stato guidato dal mondo degli elettrodomestici intelligenti, le cui funzionalità risultano sempre più ampie e sempre più apprezzate.

Si parla allora di lavatrici, lavastoviglie, frigoriferi, ma anche dispositivi più piccoli come, ad esempio, aspirapolveri ed elettrodomestici per gli amanti della cucina. Possono essere controllati da remoto, programmati e aiutare quotidianamente negli impegni di casa. Ad esempio, il frigorifero monitora le scadenze e può fare la lista della spesa.

Molto apprezzati anche gli Smart Speaker, dei veri e propri assistenti domestici grazie ai quali basta la voce per comandare luci e oggetti connessi. Rispondono a domande, gestiscono l’agenda e interagiscono gli altri dispositivi. Interessanti anche gli sviluppi nel campo dell’entertainment, con sistemi audio e video sempre più evoluti.

Quali sono i vantaggi di una Smart Home oggi e che cosa si può fare
La Smart Home è una casa intelligente in cui è possibile connettere a Internet oggetti e impianti, per un comfort, una sicurezza e un’efficienza energetica maggiori

 

Molto apprezzati anche i vantaggi offerti dalle soluzioni Smart per la sicurezza, con kit completi di telecamere, sensori di presenza e dispositivi per prevenire intrusioni e, in generale, pericoli in casa, come incendi o allagamenti. Sicurezza che, in alcuni casi, fa rima con salute, come avviene ad esempio con i sensori per il monitoraggio degli inquinanti nell’aria, in grado di automatizzare il funzionamento dell’impianto di aerazione e garantire sempre la massima salubrità.

Dopo di che, c’è il capitolo relativo alla gestione degli impianti, tra cui su tutto riscaldamento e raffrescamento, con caldaie, condizionatori, termostati e termovalvole Smart. Anche in questo caso è possibile controllare, programmare e monitorare da remoto, evitando oltretutto anche inutili sprechi. Aumenta, inoltre, anche la consapevolezza relativa alle proprie abitudini, aiutando le persone a consumare non solo meno energia, ma a farlo in modo migliore.

Va detto, infine, che la storia della Smart Home non è certo conclusa: ci si aspetta che il percorso evolutivo continui ancora con la proposta di tecnologie innovative. Basti pensare alla rapida crescita che stanno vivendo i dispositivi wearable, oggi principalmente utilizzati per l’attività fisica, ma sempre più indirizzati verso l’ambito del benessere e della salute.