Porte da interno: ecco le tipologie più diffuse

A battente, a libro, scorrevoli interno o esterno muro, a libro: sono molte le tipologie di porte da interno tra le quali scegliere. Vediamo le diverse soluzioni e i principali vantaggi

A cura di:

Porte da interno: ecco le tipologie più diffuse

Indice:

Danno carattere all’ambiente domestico e svolgono il fondamentale ruolo di mettere in connessione gli spazi oppure dividerli: stiamo parlando delle porte da interno, non più semplici elementi “di arredo” da demandare al costruttore, ma soluzioni chiave per definire lo stile dell’intera abitazione.

Quando si pensa al progetto di una casa (che sia una ristrutturazione o un relooking) anche le porte interne giocano un ruolo chiave: per questo motivo occorre definire ogni aspetto prima di effettuare l’acquisto. Dal colore al materiale, passando per la tipologia di apertura o il tipo di maniglia da utilizzare: le porte sono adattabili a ogni vostro progetto, grazie all’ampia gamma di modelli disponibili in commercio. Analizziamo quindi le tipologie di porte da interno e vi lasciamo anche alcuni tips utili per sceglierle.

Porte interne a battente: un modello tradizionale di grande impatto

Iniziamo il nostro approfondimento parlando delle porte da interno a battente, forse il modello più tradizionale utilizzato nelle abitazioni. Deve la sua ampia diffusione grazie al suo semplice e pratico utilizzo, un modello di porta da interno di facile installazione e in grado di uniformarsi bene con l’ambiente.

Quali sono le sue caratteristiche? L’anta della porta a battente viene fissata da un lato del muro per mezzo delle cerniere e il suo meccanismo di apertura è davvero semplice: la porta a battente per aprirsi ruota sull’asse laterale verticale della cerniera. Possiamo scegliere il lato di apertura che può essere da sinistra a destra o viceversa, oltre che la sua direzione (la porta può aprirsi verso l’interno o verso l’esterno della camera). Questa decisione deve essere ovviamente presa valutando la disposizione dello spazio: dovrete valutare bene l’ingombro che occupa la porta una volta aperta così da permetterle una corretta apertura.

Le porte a battente ci offrono una serie di scenari davvero interessanti: oltre al modello “classico” troviamo infatti anche la porta a battente bidirezionale. Il funzionamento di questa tipologia è presto detto: un modello bidirezionale si apre sia nel verso dello spingere che del tirare. Sicuramente una soluzione molto versatile perfetta per integrarsi al meglio negli ambienti domestici.

Porte da interno Lualdi mod Altaj
Pensata per andare oltre la classica filo muro, la porta da interno Altaj di Lualdi non scompare nella parete, ma è evidenziata dal profilo metallico che incornicia l’anta

Porte scorrevoli da interno: un sistema pratico in grado di mimetizzarsi con lo spazio

In fase di ristrutturazione vi siete resi conto che non volete sacrificare ulteriore spazio da dedicare alle porte? Una soluzione pratica che non fornisce alcun ingombro è rappresentata dalle porte scorrevoli, una vera e propria idea “salvaspazio”. L’uso delle porte scorrevoli è indicato dunque per tutte quelle abitazioni in cui l’apertura della porta rimane difficoltosa: vediamo quindi le diverse tipologie di porte scorrevoli da interno e il suo funzionamento nello specifico.

Come suggerisce il nome, questo modello di porta è caratterizzato da un sistema a scorrimento: possiamo dunque distinguerle in porte scorrevoli a interno muro e ad esterno muro. Ricordiamo l’installazione di questo modello di porte prevede dei piccoli lavori edili, ma una volta ultimato il progetto potrete usufruire in totale libertà dello spazio domestico.

porte da interno particolare guida

Nel primo caso l’anta della porta scorrevole si muove all’interno del controtelaio presente nel muro: una volta aperta del tutto, l’anta “sparirà” nel muro lasciando lo spazio totalmente aperto. Ricordiamo che è possibile installare una porta scorrevole interno muro sia con anta singola che con anta doppia: lasciatevi consigliare da un esperto interior designer per realizzare insieme un progetto che possa valorizzare al massimo gli ambienti.

Come detto in precedenza, le porte scorrevoli possono essere anche “esterno muro”: in questo caso le ante scorrono esternamente muovendosi sui binari telescopici o sulle guide di scorrimento (spesso in alluminio o acciaio). Diversamente dalle porte a interno muro, questa tipologia non necessita di interventi edili particolari, dovrete solamente montare delle guide fissandole in alto a parete oppure a soffitto.

Porta scorrevole esterno muro

Porte da interno rototaslanti: spazio e praticità

Un altro suggerimento utile per chi non vuole di certo sacrificare lo spazio interno: installate delle porte rototraslanti che vi faranno risparmiare tantissimo spazio! Sapete come funziona questo modello di porta? È molto semplice: il perno  presente  al centro della porta fa sì che essa ruoti di 90° orizzontalmente mentre l’anta si sposta nella medesima direzione.

L’estetica è praticamente identica a quella di una porta a battente, ma con il grande vantaggio di occupare praticamente metà dello spazio una volta aperta.

Una soluzione pratica per chi ha una casa piccola e vuole agevolare il più possibile in transito, ma non solo: le porte rototraslanti rendono più semplice il movimento tra le stanze anche a chi ha difficoltà motorie o è su una sedia a rotelle.

porte da interno rototraslanti Garofoli
Esempio di porte da interno rototraslanti di Garofoli collezione Stilia:

Porte a libro: come risolvere i problemi di spazio

Terminiamo il nostro excursus tra i vari modelli di porte da interno illustrandovi le caratteristiche della porta a libro. Il nome di questa porta parla per sé: una volta aperta, l’anta di una porta a libro si ripiega su se stessa. Ricordiamo che l’apertura di una porta a libro può essere posizionata sia internamente che a destra a sinistra: tutto dipende dal progetto della vostra casa e dalle specifiche esigenze.

I vantaggi di una porta a libro sono numerosi: ha un design curato, riduce di molto l’ingombro delle ante e si presta per essere integrata in appartamenti piccoli e aumentano la funzionalità di ambienti come ripostigli o sgabuzzini.

porte da interno: le porte a libro