Elezioni 2022, le proposte dei partiti sul tema della casa

Il tema della casa nelle sue diverse sfaccettature sarà centrale alle elezioni 2022: dall’edilizia alle agevolazioni al mutuo per i giovani, dalla proposta di proroga al Superbonus a quella di ridurre l’IMU, tutte le proposte dei candidati alle urne.

Verso le elezioni 2022, le proposte dei partiti sul tema della casa

La data del 25 settembre, giornata delle elezioni 2022, è sempre più vicina e tra i temi politici che il nuovo Governo sarà chiamato ad affrontare c’è anche quello della casa. Casavo, piattaforma digitale per il mercato residenziale, ha analizzato i programmi elettorali dei diversi partiti e delle coalizioni che si sfideranno alle urne, facendo emergere gli indirizzi delle politiche dei quattro poli principali: coalizione di centrodestra, di centrosinistra, Movimento 5 Stelle e Terzo Polo (Azione e Italia Viva).

I programmi per le elezioni 2022

Coalizione di Centrodestra

Nel programma elettorale della coalizione di Centrodestra sono incluse le proposte dei 4 partiti Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia e Noi Moderati. Il programma non entra nel dettaglio delle proposte e rimane generale, accennando al tema della casa in relazione al potenziamento delle agevolazioni destinate alle giovani coppie per il mutuo per l’acquisto della prima casa.
Altri riferimenti al tema della casa sono presenti, poi, nei programmi dei singoli partiti. Fratelli d’Italia, nelle sezioni “Sostegno alla natalità e famiglia” e “Largo ai giovani”, promette di destinare maggiori risorse al Fondo di garanzia per l’acquisto della prima casa per le giovani coppie di lavoratori precari, di non introdurre nuove tasse sulla prima casa e zero tasse sui primi 100.000 euro per l’acquisto della prima casa e di garantire l’impignorabilità della prima casa, salvo casi specifici di mancato pagamento del mutuo ipotecario.

La Lega propone un progressivo abbassamento dell’IMU e la proroga del Superbonus con nuovi meccanismi. Per i giovani, c’è la proposta di garantire l’erogazione dei bonus per l’acquisto della prima casa.
Il programma di Forza Italia propone di ridurre la pressione fiscale sul comparto immobiliare, ad esempio eliminando l’IMU per gli immobili occupati o inagibili. Punta poi a rilanciare il mercato immobiliare attraverso l’introduzione di una tassazione unica per l’acquisto prima casa al 2%, e prevede mutui e prestiti agevolati per i giovani, aumentando ciò che è già stato introdotto dal Decreto Sostegni bis e dalla Legge Finanziaria 2022.
Noi Moderati non ha un proprio programma elettorale e fa quindi riferimento solo a quello di coalizione.

Coalizione di Centrosinistra

La coalizione di Centrosinistra si basa su accordi bilaterali tra il Partito Democratico e le altre 3 forze: Sinistra Italiana/Verdi, Impegno Civico (Formazione di Di Maio) e +Europa.
Nel programma del Partito Democratico ci sono misure rivolte ai giovani e a favore della loro indipendenza. Viene previsto, per esempio, un piano per realizzare 500.000 alloggi popolari nei prossimi 10 anni e vengono proposte politiche abitative per gli under 35 che prevedono anche sostegni per le spese di affitto.
Il tema casa è affrontato anche nel programma di SI/Verdi con focus sul tema edilizia residenziale pubblica e ristrutturazione di case popolari. Si citano anche gli affitti brevi, che dovrebbero essere limitati nelle grandi città per contrastare l’emergenza abitativa.
Impegno civico sottolinea la necessità di garantire ai giovani la possibilità di poter comprare casa, con agevolazioni per chi è all’inizio del percorso lavorativo. +Europa non cita il tema casa nel suo programma.

Movimento 5 Stelle

Per le elezioni 2022 il Movimento 5 Stelle dedica un intero capitolo del suo programma al tema della casa e in particolare alle agevolazioni per l’acquisto della prima casa. Prevede la realizzazione di un piano di edilizia residenziale pubblica, ma anche mutui agevolati per acquisto della prima casa, il mutuo cosiddetto “Salva casa” per permettere alle persone indebitate di riacquistarlo tramite mutui a lungo termine e la stabilizzazione degli sgravi per l’acquisto della prima casa degli Under 36. Il programma prevede anche di consolidare le detrazioni per le ristrutturazioni edilizie (come il Superbonus) per permettere una migliore pianificazione degli investimenti sugli immobili.

Terzo Polo

Composto da Azione e Italia Viva, il Terzo Polo non ha presentato proposte relative al tema della casa nel suo programma per le elezioni 2022.