EVO-C: la sedia a sbalzo disegnata da Jasper Morrison

EVO-C è la sedia a sbalzo interamente realizzata in plastica, nata da un progetto di Jasper Morrison, designer di fama noto per il suo stile fuori dagli schemi, e basata sul principio funzionale che domina la classica sedia a sbalzo in tubolare d’acciaio.

Sedia a sbalzo EVO CLa sedia a sbalzo EVO C è realizzata mediante moderna tecnologia di stampaggio a iniezione di gas che permette alle strutture di plastica di garantire la rigidità e la resistenza tipiche delle costruzioni in tubolare d’acciaio a sbalzo.

Caratteristiche della sedia a sbalzo EVO C

La struttura portante della sedia a sbalzo EVO C é costituita componenti simili a tubi vuoti che confluiscono senza soluzione di continuità nelle superfici piane del sedile e dello schienale, superando le proprietà elastiche del tubolare d’acciaio. Tutto questo con un solo materiale, garantendo la possibilità di riutilizzo completo una volta che il prodotto giunge a fine vita.Sedie a sbalzo in plasticaIn questo modo lo schienale risulta essere più flessibile e la seduta è ancora più comoda grazie alle ampie superfici curve, garantendo un comfort eccezionale.

Il design della sedia a sbalzo EVO C è caratterizzato da una silhouette elegante ed essenziale, che sembra quasi scomparire dietro alla persona seduta e assume la parvenza di una scultura quando non viene utilizzata.

EVO C rappresenta la nuova interpretazione, senza compromessi, di una tipologia pionieristica, quella della sedia a due gambe a sbalzo, senza temere il confronto con la Panton Chair di Vitro, 50 anni dopo.

Questa seduta è progettata per durare a lungo, dimostrando di essere eco-compatibile e superiore a molte altre alternative. Infatti, le soluzioni messe a punto da Vitro vengono utilizzate attivamente per 30 40, 50 anni e questo non dipende solamente dagli elevati standard qualitativi.

I materiali duraturi trovano espressione  in una forma fisica sobria, ma distintiva e il design ignora le tendenze fuggevoli per non uscire mai di scena, senza essere ordinario e suscitare il desiderio di qualcosa di nuovo.




Articolo realizzato in collaborazione con...